EMPA - Encefalomielite Mialgica Patologie Ambientali

Reply

XMRV. Xenotropic/Ecotropic Murine Leukemia Virus ricerca e considerazioni

« Older   Newer »
view post Posted on 1/12/2009, 14:44 Quote
Avatar

Advanced Member

Group:
Administrator
Posts:
1,461

Status:


questo articolo datato è apparso sul NYT.

Traduzione a cura di . http://empa.forumcommunity.net/ puoi condividere questo documento citando correttamente la fonte.


Fonte.
New York Times:
Virus Is Found in Many With Chronic Fatigue Syndrome

Virus riscontrato in molti pazienti con Sindrome da Stanchezza Cronica
By DENISE GRADY

Pubblicato: l'8 ottobre 2009

I ricercatori segnalano, che molte persone affette da sindrome da affaticamento cronico, sono risultati essere infetti da un virus poco conosciuto, che può causare o contribuire allo stato della loro malattia.
La sindrome, che comporta una fatica prolungata e grave, dolori muscolari e altri sintomi, è stata a lungo considerata un disturbo misterioso, ed i pazienti a volte sono stati sospettati di simulazione o affetti da problemi psichiatrici, piuttosto che problemi fisici veri e propri.
In tutto il mondo, 17 milioni di persone hanno la sindrome, tra le quali almeno un milione di questi sono Americani.
Un articolo pubblicato online Giovedi nelle relazioni di "Science" riporta che il 68 dei 101 pazienti con la sindrome, o 67 per cento, sono stati infettati con un virus , il virus xeno trofico della leucemia murina e virus correlati, o XMRV.
Per contro, solo il 3,7 per cento dei 218 soggetti sani sono stati infettati. Proseguendo con le ricerche dopo che è stato pubblicato il documento, si è scoperto che il virus è presente in quasi il 98 per cento dei circa 300 pazienti con la sindrome, lo ha dichiarato la dott.ssa Judy A. Mikovits, l'autrice principale del documento.
L’XMRV è un retrovirus, un membro della stessa famiglia dei virus come lo è il virus dell'AIDS. Questi virus trasportano le loro informazioni genetiche nell’ RNA, piuttosto che nel DNA, e si inseriscono nel materiale genetico dei loro ospiti e vi soggiornano per tutta la vita.
La Dr.ssa Mikovits e altri scienziati hanno ammonito riguardo al fatto che non è ancora stato dimostrato che il virus provochi la sindrome.
In teoria, le persone con la sindrome possono avere avere qualche altro problema di salute di base che li rende inclini ad essere infettati dal virus, che potrebbe rivestire solo il ruolo dell‘astante (*virus spettatore, quiescente). Sono necessari più studi per spiegare la connessione.
Ma la Dr.ssa Mikovits ha dichiarato che pensava che il virus potrebbe rivelarsi la causa, non solo della stanchezza cronica, ma anche di altre malattie. Studi precedenti hanno riscontrato il virus nelle cellule prelevate dai tumori della prostata.

"Penso che questo classifichi come malattia infettiva, quella che era sempre stata considerata come una malattia psichiatrica”, ha dichiarato la Dr.ssa. Mikovits, che è direttrice dellai ricerca presso Il Whittemore Peterson Institute di Reno, un centro ricerche senza scopo di lucro creato dai genitori di una donna che è affetta gravemente dalla sindrome. I co-autori nella ricerca comprendono scienziati del National Cancer Institute e la Cleveland Clinic “.


la Dr.ssa Mikovits ha dichiarato che lei insieme ai suoi colleghi stanno elaborando piani per testare farmaci antiretrovirali - alcuni degli stessi farmaci utilizzati per il trattamento dell'infezione da HIV - per vedere se potevano aiutare i pazienti affetti da stanchezza cronica. Se il farmaco funzionerà questo aiuterà a comprovare che il virus sta causando la malattia. Ha detto che i pazienti e i medici devono attendere la fine degli studi prima di provare i farmaci.

Il Dr. William Schaffner, esperto di malattie infettive presso la Vanderbilt University, ha detto che la scoperta è stata emozionante e aveva un senso.

"La mia prima reazione è: Finalmente! -ha detto il dottor Schaffner-nell’interagire con pazienti affetti da sindrome da stanchezza cronica, si ha la netta impressione che qualcosa deve esserci".

Ha detto che la malattia è intensamente frustrante per i medici, perché non è compresa, non esiste un trattamento efficace e molti pazienti restano ammalati per un tempo lungo.

Ha aggiunto: “ questo di conseguenza darà origine ad un considerevole numero di studi.


************************************************************************************************************


questa e la versione che ci hanno dato tutti media compresi, io però sono come San tommaso e cerco sempre di ampliare la versione dei fatti vedi anche post precedente http://empa.forumcommunity.net/?t=32184831#lastpost

Non è certo la prima volta che le autorità del campo proclamano a gran voce di aver trovato la causa della stanchezza cronica.
Se vi ricordate circa dieci anni fa il virus da portare alla gogna era il virus dell'Epstein Barr o della mononucleosi, poi si è passati al Citomegalovirus, poi ancora il Micoplasma, poi l'HVV6 ed ora abbiamo una new entry il virus XMRV.

Sappiamo quanti frutti porta il mercato delle ricerche delle produzioni di farmaci etc....... quindi sapete come la penso.

Ma c'è qualcosa di molto più importante che vorrei consideraste leggendo la documentazione che segue che ho trovato su PUB MED :la domanda è : E’ possibile che il virus dei topi e dei gatti (murinidi) , sia un agente contaminante nei vaccini ?


http://www.ncbi.nlm.nih.gov/sites/entrez?d...t_uids=18842727


TRADUZIONE a cura di http://empa.forumcommunity.net/ citare la fonte in caso vogliate condividere.
Identificazione di gammaretrovirus costitutivamente rilasciato da linee cellulari utilizzate per la ricerca del virus dell’ immunodeficienza umana.

Takeuchi Y, McClure MO, Pizzato M.
Wohl virione Centre, Divisione di infettivologia e immunologia , University College London, London W1T 4JF, Regno Unito.

Tre linee di cellule umane utilizzate nella ricerca del virus dell’ immunodeficienza umana sono risultate contaminate da retrovirus non rilevati in precedenza. Sulle basi della sequenza nucleotidica parziale, dell’antigenicità delle proteine del capside, della mobilitazione del vettore, e gli studi di utilizzo dei recettori, questi contaminanti hanno dimostrato di essere capaci di replicazione e di appartenere al genere Gammaretrovirus. Mentre le cellule TZM-bl ospitano il virus ecotropico della leucemia murina (MLV), è stato dmostrato che le cellule Jurkat J6 rilasciano il virus xenotropico della leucemia murina MLV, e che le cellule A3.01/F7 replicano il virus della leucemia dei gibboni e dei primati . Tali risultati sottolineano l'importanza dei test di routine delle linee cellulari per la contaminazione da retrovirus per prevenire potenziali artefatti sperimentali e per consentire una valutazione corretta del rischio biologico.
PMID: 18842727 [PubMed - indexed for MEDLINE]

Il virus MLV è il virus XMRV condividono 1l 90% della loro sequenza un altro regalo dei vaccini ?

Ancora da PUB MED:


http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/1947409...ogdbfrom=pubmed

J Virol. 2009 Aug; 83 (16) :8289-92. Epub 2009 May 27.
Evidenza che la contaminazione da virus ecotrofico della leucemia murina nelle cellule TZM -bl non pregiudica l'esito del test degli anticorpi neutralizzanti con il virus dell'immunodeficienza umana di tipo 1.

Platt EJ, Bilska M, Kozak SL, Kabat D, Montefiori DC.
Dipartimento di Biochimica e Biologia Molecolare, Oregon Health Sciences University, Portland, 97201, USA.
La TZM-linea cellulare bl che viene comunemente utilizzata per valutare gli anticorpi neutralizzanti contro il virus dell'immunodeficienza umana di tipo 1 (HIV-1) è stata recentemente segnalata essere contaminata con il virus ecotropico della leucemia murina (MLV) (Y. Takeuchi, MO McClure, e M . Pizzato, J. Virol. 82:12585-12588, 2008), sollevando dubbi sulla validità dei risultati ottenuti con questa linea cellulare. Qui si conferma questa scoperta e si dimostra che l’esito della neutralizzazione dell’ HIV-1 eseguita con una varietà di reagenti sierologici in una linea di cellule simili che non è portatrice del virus MLV producono risultati che sono equivalenti a quelli ottenuti nelle cellule TZM- bl. Possiamo concludere che la contaminazione da MLV non ha alcun effetto misurabile in materia di di neutralizzazione dell’ HIV-1 dal momento che le cellule TZM -bl sono usate come bersagli per l'infezione.
PMID: 19474095 [PubMed - indexed for MEDLINE]



botta e risposta insomma ma l'ammissione c'è.

Edited by Apocalypse23 - 1/12/2009, 21:06

Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima
Albert Einstein
 
PM Email  Top
view post Posted on 2/12/2009, 15:57 Quote
Avatar

Member

Group:
Member
Posts:
487

Status:


................................................non ci sono parole.
Che cosa si può aggiungere?
Tutto contaminato.
lo so.
:cry:
 
PM Email  Top
view post Posted on 11/12/2009, 23:14 Quote
Avatar

Advanced Member

Group:
Administrator
Posts:
1,461

Status:


Approfondimenti sulle contaminazioni cellulari da vaccino.

XMRV. Xenotropic/Ecotropic Murine Leukemia Virus

http://www.millipore.com/publications.nsf/...SDS1703ENEU.pdf

Traduzione a cura di http://empa.forumcommunity.net/

In sintesi:


Il rischio di contaminazione virale è una caratteristica comune a tutti i prodotti della biotecnologia provenienti da linee cellulari. E’noto che le cellule Murine, utilizzate per la produzione di prodotti biofarmaceutici, ospitino retrovirus infettivi a causa del programma di selettocoltura (perdita della funzione inibitrice sulle sequenze dei virus endogeni) quando viene utilizzata per dare origine al topo standard di laboratorio .
I Retrovirus in queste cellule murine rappresentano una problema particolare nel valutare la sicurezza di substrati cellulari, in quanto essi possono essere trasmessi nella linea germinale, dato che il genoma virale persiste all'interno della cellula. Questi retrovirus endogeni si possono manifestare senza creare effetti nocivi sulle cellule, e potrebbero trasmettere l’infezione nelle cellule umane.
L'assenza di retrovirus murini dovrebbe essere dimostrata mediante analisi infettivologiche.
L’individuazione dei retrovirus murini usando il test dell’effetto citopatico [*ndt per CPE: La presenza del virus dà spesso luogo a cambiamenti morfologici della cellula ospite. Eventuali modifiche rilevabili nella cellula ospite a causa di infezione sono conosciute come un effetto citopatico] rappresenta un rischio per la sicurezza, dovuto al fatto che scarse quantità di Retrovirus, potrebbero essere presenti e non rilevabili mediante il metodo della Citopatologia.


image

Il virus nel sangue.


Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima
Albert Einstein
 
PM Email  Top
view post Posted on 24/3/2010, 00:06 Quote
Avatar

Advanced Member

Group:
Administrator
Posts:
1,461

Status:


http://cellbank.nibio.go.jp/cellbank/quali...l/OL7-11-07.pdf

THE CATHOLIC UNIVERSITY OF AMERICA
The Discovery Center for Cell and Molecular Biology
McCort-Ward Building, Cardinal Station
Washington, DC 20064

An Open Letter Regarding the Misidentification and Cross-Contamination of Cell Lines: Significance and
Recommendations for Correction


Dear Secretary Leavitt:
This letter has been drafted by a group of leading cell culture scientists and other experts involved in the use of DNA methods for the identification of biological material. This group is seriously concerned about the continued use of misidentified and cross-contaminated cell lines in current biomedical research. We urge you to read this letter, share our concerns and take appropriate action consistent with the responsibility of your office.

.....The resulting corruption of biomedical research, no matter the frequency of occurrence, has the potential for grave public health consequences. Drugs, vaccines, and other biomedical products may be developed using misleading or
false data, causing delays in availability of needed medical treatments. Additionally, huge amounts of resources , both public and private, are wasted. Critical time and vast sums of money are wasted in support of research using misidentified or cross-contaminated cell lines and in the development, testing and manufacture of biomedical
products based upon erroneous data.
Two real-life examples include:
· An NCI-60, multiple drug-resistant breast cancer cell line has been distributed by the National Cancer Institute (NCI) and widely used to compare other breast cancer cells . The drug-resistant breast cancer cells
were ultimately determined to be ovarian cancer cells .2,3 The discovery authors, Liscovitch and Rabin,
estimate that there are probably 300 published papers with the erroneous identification.
Page 2
· In human metastases studies, human tumor cells placed in animals frequently turn out to be (nonhuman)
mouse cells or recruited host cells .4,5
The irony of the situation is that techniques used for authentication today are inexpensive and fast,6,7 ,8,9 while
the errors caused by lack of cell line authentication are in many cases too costly for society! .........****read all click on link above.

Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima
Albert Einstein
 
PM Email  Top
view post Posted on 8/4/2010, 12:57 Quote
Avatar

Advanced Member

Group:
Administrator
Posts:
1,461

Status:


Blood contamination XMRV.Myalgic encephalomyelitis
Canadian blood service bans certain donors.

http://www.healthzone.ca/health/newsfeatur...-certain-donors


While stressing that researchers have found no definitive links between the virus, known as XMRV, and the chronic fatigue, Canadian Blood Services says they will err on the side of caution and implement the new donation restrictions.
Canada is the first country in the world to make the move, which is being rolled out in donation centres nationwide over the coming weeks, says Dana Devine, head of medical and scientific research with the blood services agency.
“We’ve basically said ‘okay, let’s assume that this might be a problem and let’s not wait until all these studies have sorted out the answer,’ ” Devine says.
“Because we’re uncertain of the state of the science still, we’re going to wait until this sorts out and defer anyone who’s been diagnosed,” she says.
The move was given Health Canada approval last month and will be fully in place in the coming two weeks.





bloccate le donazioni di sangue in Canada per alcuni donatori


you tube





Is all blood contaminated?

Se è vero che la maggior parte del sangue è contaminato da vari virus etc in Italia che stanno facendo, saranno controllate le donazioni o no ?
Non mi riferisco solo al virus HIV.

Può accadere che una persona possa essere contaminata come è successo questa ragazza canadese, che ha commentato il video?



I am a 21 years survivor of the canadian tainted blood genocide..I was co-infected with hepatitis C and HIV . The Quebec and Canadian government has not respected my rights to informations left alone my right to live. The canadian healthcare system has NOT ONLY GIVEN ME A DEATH SENTENCE BUT THEY HAD HIDDEN FROM ME FOR MANY YEARS THE FACT THAT I WAS HIV POSITIVE......



HO 21 anni e sono una sopravvissuta al genocidio canadese del sangue contaminato ..sono sta coinfettata con il virus da epatite C e HIV. Il Québec e il governo canadese non hanno rispettato i miei diritti di informazione tantomeno il mio il mio diritto di vivere. Il sistema sanitario canadese non solo mi ha condannata a MORTE , ma mi ha nascosto per molti anni il fatto che io fossi positiva all'HIV.......










Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima
Albert Einstein
 
PM Email  Top
nononeurona
view post Posted on 9/4/2010, 12:01 Quote




.......
 
Top
view post Posted on 17/4/2010, 13:26 Quote
Avatar

Advanced Member

Group:
Administrator
Posts:
1,461

Status:


Dr Byron Hyde, MD: Reference to XMRV retrovirus in Goteborg Conference address
November 6, 2009 — meagenda



Source:

http://meagenda.wordpress.com/2009/11/06/d...erence-address/

Goteborg Conference summary here: www.nightingale.ca/documents/GoteborgConference.pdf

Prof. Byron Hyde

The Whittemore Peterson Institute CFS - Retrovirus
Announcement

The Cause of CFS is a Retrovirus: In 2009, Dr Peterson, is probably one of the nicest
and learned colleagues in the field of CFS, recently from the brand new, just opened,
multi-million dollar Whittemore Peterson Institute in Reno Nevada, announced
overwhelming evidence that the cause of M.E. or CFS, is XMRV retrovirus. The XMRV
mouse retrovirus occurred in 68% of the CFS patient’s blood samples and only 4% of
non-CFS patients. Pretty convincing!
This retrovirus theory comes with a history: It was first raised as a possibility by the gay
community at a symposium I attended in San Francisco in 1987 and again by Florida
based researcher Dr DeFreitas in the early 1990s. Dr DeFreitas discussed this retrovirus
theory in our textbook, The Clinical and Scientific Basis of M.E. /CFS.

At the very least, this retrovirus discovery is great free advertising for the Whittemore
Peterson Institute. It will possibly bring them in many millions of dollars from, patients
willing to be separated from their assets, generous charities and governments before the
retrovirus theory is once again thrown into the garbage bin. I should add that incubation
period of XMRV is up to 21 days which makes it impossible to cause an epidemic illness.
One theory to explain this “new” finding is that XMRV is a mouse virus and since many
research institutes have tens of thousands of mice, cross contamination of specimens are
inevitable.

in pratica Il Prof Hyde dice:
Perlomeno, questa scoperta sul retrovirus è una grande pubblicità gratuita per il Whittemore Peterson Institute. probabilmente porterà loro molti milioni di dollari dai pazienti disposti ad essere separati dai loro beni, da generosi enti di beneficenza e governi, prima che la teoria del retrovirus ancora una volta venga buttata nel bidone della spazzatura. Vorrei aggiungere che il periodo di incubazione dell' XMRV è contenuto nel periodo di tempo di 21 giorni, ciò rende impossibile che possa causare una malattia epidemica.
Una teoria per spiegare questa "nuova scoperta" è che L'XMRV è un virus del TOPO e dal momento che molti istituti di ricerca hanno decine di migliaia di topi, la contaminazione incrociata della specie è inevitabile.

***************************************************************************

Oh!!!! What a coincidence!! Ma guarda un po noi avevamo già indagato.
Please read about on our previous post :
Approfondimenti sulle contaminazioni cellulari da vaccino.

XMRV. Xenotropic/Ecotropic Murine Leukemia Virus

www.millipore.com/publications.nsf/...SDS1703ENEU.pdf

Traduzione a cura di http://empa.forumcommunity.net/

In sintesi:


Il rischio di contaminazione virale è una caratteristica comune a tutti i prodotti della biotecnologia provenienti da linee cellulari. E’noto che le cellule Murine, utilizzate per la produzione di prodotti biofarmaceutici, ospitino retrovirus infettivi a causa del programma di selettocoltura (perdita della funzione inibitrice sulle sequenze dei virus endogeni) quando viene utilizzata per dare origine al topo standard di laboratorio .
I Retrovirus in queste cellule murine rappresentano una problema particolare nel valutare la sicurezza di substrati cellulari, in quanto essi possono essere trasmessi nella linea germinale, dato che il genoma virale persiste all'interno della cellula. Questi retrovirus endogeni si possono manifestare senza creare effetti nocivi sulle cellule, e potrebbero trasmettere l’infezione nelle cellule umane.
L'assenza di retrovirus murini dovrebbe essere dimostrata mediante analisi infettivologiche.
L’individuazione dei retrovirus murini usando il test dell’effetto citopatico [*ndt per CPE: La presenza del virus dà spesso luogo a cambiamenti morfologici della cellula ospite. Eventuali modifiche rilevabili nella cellula ospite a causa di infezione sono conosciute come un effetto citopatico] rappresenta un rischio per la sicurezza, dovuto al fatto che scarse quantità di Retrovirus, potrebbero essere presenti e non rilevabili mediante il metodo della Citopatologia.



***************************************************************************

25% ME Group announces Byon Hyde MD as new Patron and Medical Advisor:

http://wp.me/p5foE-2kj..


The 25% ME Group has announced, today, that US Dr Byon Hyde, MD, is taking up the role of new Patron and Medical Advisor to this organisation for the severely affected. The Countess of Mar had been a long time Patron to the 25% ME Group but was asked to stand down early this year following the NICE Guideline debacle.


Thanks a lot this is a Great decision !!


Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima
Albert Einstein
 
PM Email  Top
view post Posted on 19/4/2010, 14:40 Quote
Avatar

Member

Group:
Member
Posts:
487

Status:


I vaccini maledetti già infetti prima di essere iniettati i donatori non ne sono consapevoli e così trasmettono tanti agenti agli altri.

vorrei dirvi di più ma non sto passando un bel momento.

 
PM Email  Top
view post Posted on 20/4/2010, 13:33 Quote
Avatar

Advanced Member

Group:
Administrator
Posts:
1,461

Status:


che dici facciamo una bella ricerchina su quanti hanno contratto infezioni da sangue che sembrava essere esente?

Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima
Albert Einstein
 
PM Email  Top
view post Posted on 29/4/2010, 14:37 Quote
Avatar

Advanced Member

Group:
Administrator
Posts:
1,461

Status:


Murine Biospecimens


http://www.bioportfolio.com/biocorporate/9...nic_Models.html







Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima
Albert Einstein
 
PM Email  Top
nononeurona
view post Posted on 22/3/2011, 10:42 Quote




ultime su xmrw.....
la contaminazione é nei vaccini?...The simple question Dr. Deckoff-Jones asks in her post is whether the culturing of viruses for vaccines in certain animal tissues, such as mice, has resulted in the combination of endogenous human and mouse retroviruses and caused both the chronic fatigue syndrome/ME and autism epidemics.
www.ageofautism.com/2011/03/a-theory-of-xmrv-creation.html
Articolo interessante- teoria inquietante ma del tutto possibile..

blog del doc Deckoff; http://treatingxmrv.blogspot.com/
 
PM  Top
view post Posted on 22/3/2011, 14:25 Quote
Avatar

Advanced Member

Group:
Administrator
Posts:
1,461

Status:


bemtornata sei sempre la benvenuta, e ci sei mancata, parecchio anche se sappiamo del tuo impegno su FB.

si pare proprio che sia così.vaccini contaminati all'origine.
grazie per l'articolo.
Ti mando un bacione.
Apo.
ehi fatti viva..............
sai che per noi sei una che conta.

Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima
Albert Einstein
 
PM Email  Top
view post Posted on 2/4/2011, 03:12 Quote
Avatar

Advanced Member

Group:
Administrator
Posts:
1,461

Status:


Mouse Viruses (XMRV), ME/CFS And Prostate Cancer


The most interesting piece of evidence is the molecular evolution of the samples isolated from patients, cell-lines, and mice proving that XMRV has not been circulating between human beings. The paper by Lombardi and colleagues that began this debate provided solid evidence based not only on the molecular identification of the virus, but also on immunological responses of the host (virus-specific antibodies), viral expression in patients' peripheral blood mononuclear cells (flow cytometry), and an infection model (infection of cultured human cells from patients' samples). Recently, a model of rhesus macaques enforced the evidence for the infectious potential of XMRV. Thus, the only explanation for the molecular evolution data, from a study by Hue and colleagues is that the patients have been infected by a common source of XMRV and not through human contact. Since XMRV is integrated in cell-lines the virus evolution is restricted to the host's pace of evo lution, and viral descendants have none or minimum sequence diversity. Thus, if a contaminated product, previously cultured in cell-lines, is administered to people then the infections would provide the evolutionary patterns reported by Hue and colleagues. If the immunological data reported by Lombardi and colleagues are correct, then we need to trace the common source for these infections to prevent possible public health concerns. Products from cell-lines should be the first candidates.
Gkikas Magiorkinis, Department of Zoology, University of Oxford, The Lancet




Courtesy of The One Click Group




traduzione a cura di http://empa.forumcommunity.net
citate la fonte grazie.



Virus del topo (XMRV), ME / CFS e cancro della prostata.
Riassunto.
Uno dei più interessanti elementi di prova, è l'evoluzione molecolare dei campioni isolati da pazienti,le linee cellulari ed i topi dimostrano che l’XRMV, non sta circolando tra gli esseri umani.
L'articolo di Lombardi e colleghi che ha iniziato questo dibattito ha fornito prove concrete non solo in base alla identificazione molecolare del virus, ma anche sulla risposta immunitaria dell'ospite (anticorpi specifici del virus), espressione virale nelle cellule 'mononucleari del sangue periferico dei pazienti ( citometria a flusso ), e un modello di infezione (infezione di colture di cellule umane da campioni di pazienti ').
Recentemente, un modello di macachi rhesus avvalorano la prova scientifica applicata per il potenziale infettivo dell’ XMRV. Così, l'unica spiegazione per i dati di evoluzione molecolare, da uno studio di Hue e colleghi, è che i pazienti sono stati infettati da una fonte comune dell’XMRV, e non attraverso il contatto umano.
Dal momento chel’XMRV è integrato nelle linee cellulari, l'evoluzione del virus è limitata al procedimento dell’evoluzione dell‘ospite , e le sequenze virali dei discendenti non hanno nessuna o minima diversità di sequenza.


Quindi, se un prodotto contaminato, precedentemente coltivato in linee cellulari, è somministrato a persone allora le infezioni fornirebbero gli schemi evolutivi riportati da Hue e colleghi.
Se i dati immunologici riportati da Lombardi e colleghi sono corretti, quindi abbiamo bisogno di rintracciare la fonte comune per queste infezioni per prevenire possibili problemi di salute pubblica. I prodotti provenienti dalle linee cellulari dovrebbero essere i primi candidati (Ndt ad essere esaminati).
Magiorkinis Gkikas, Dipartimento di Zoologia, Università di Oxford, The Lancet

The Lancet Infectious Diseases, Volume 11, Issue 4, Page 264, April 2011

References
1 Bradbury J. Research brief: viruses and fatigue. Lancet Infect Dis 2011; 11: 89. Full Text | PDF(227KB) | CrossRef | PubMed
2 Oakes B, Tai AK, Cingoz O, et al. Contamination of human DNA samples with mouse DNA can lead to false detection of XMRV-like sequences. Retrovirology 2010; 7: 109. CrossRef | PubMed
3 Robinson MJ, Erlwein OW, Kaye S, et al. Mouse DNA contamination in human tissue tested for XMRV. Retrovirology 2010; 7: 108. CrossRef | PubMed
4 Hue S, Gray ER, Gall A, Katzourakis A, Tan CP, Houldcroft CJ, et al. Disease-associated XMRV sequences are consistent with laboratory contamination. Retrovirology 2010; 7: 111. CrossRef | PubMed
5 Lombardi VC, Ruscetti FW, Das Gupta J, et al. Detection of an infectious retrovirus, XMRV, in blood cells of patients with chronic fatigue syndrome. Science 2009; 326: 585-589. CrossRef | PubMed
6 Onlamoon N, Das Gupta J, Sharma P, et al. Infection, viral dissemination and antibody responses of rhesus macaques exposed to the human gammaretrovirus XMRV. J Virol 201110.1128/JVI.02411-10. published online Feb 16. PubMed
a Department of Zoology, University of Oxford, Oxford, UK




Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima
Albert Einstein
 
PM Email  Top
view post Posted on 2/4/2011, 18:17 Quote

Member

Group:
Member
Posts:
141

Status:


io non so se la causa remota sia stata nei vaccini(contaminati) molto probabile o il passaggio diretto da topo a uomo, o altro ?
ma di sicuro da uomo a uomo è trasmissibile.
questa è la mia personale esperienza, ma dati i numeri che pian piano
vengono fuori credo che sia diffusa, ci potranno essere svariati casi
dove, per motivi che ancora non si sanno ,(tipo causa genetica,o la presenza di altri agenti come virus/miceti/? che permettono la trasmissione ) la trasmissione non avviene.
ancora una volta la MALATTIA non si smentisce, te la da cotta o cruda
(come dice un proverbio delle mie parti) come uno la vuole :wacko:

per me questa ricerca nella migliore delle ipotesi ha visto solo una parte del problema o ha sbagliato in toto.
ciao
 
PM Email  Top
view post Posted on 4/4/2011, 02:14 Quote
Avatar

Member

Group:
Member
Posts:
487

Status:


caro epione è decisamente il contarrio, le linee cellulari usate nei vaccini derivate dai topi e dalla scimmia hanno contaminato l'uomo non a caso in inghilterra e daltri paesi hanno bloccato le trasfusioni di sangue ma in ogni caso mi sembra troppo tardi per questo.
dovevano pensarci prima.

In ogni caso gli studi dimostrano che la trasmissione da uomo a uomo non è provata anzi c'è una negazione netta.

io personalmente credo che sia così.

ma so come tu la pensi e se anche ti cadesse un macigno in testa non cambieresti idea.

ma è comunque bello poterne parlare.
anzi ti ringrazio per avermene dato l'opportunità.

ciao.
 
PM Email  Top
26 replies since 1/12/2009, 14:44
 
Reply